Qualche anno fa, ad un certo punto, dal nulla, la gente ha cominciato a farsi merende a base di tortazza.

La tortazza è una roba che metti delle cose in una tazza che metti nel microonde e in 5 minuti hai una roba semi commestibile, gommosa, che ricorda una torta.

A me non piace anche se è in piena Fatlosofia di colesterland. Una roba veloce per pigri.
Per ciò che mi riguarda ci manca il gusto (ed io non sono capace di farla).
Ci manca quel tocco che la trasformi da tortazza a porcazza, tipo che so, dello strutto per renderla meno asciutta ma più aderente alle arterie.

Per questo motivo io la combatto.

La cosa interessante è che la cameo ha anche odorato la storia e ha capito che ci sono dei pigri più pigri che non hanno nemmeno voglia di mettere insieme gli ingredienti ma vogliono solo aprire una busta (d’altronde è la stessa azienda che ha inventato quelle torte allo yoghurt che metti in frigo e basta).

Diciamo no alla tortazza, anzi facciamo la nostra tortazza:
Prendi un pandoro, mettilo in una tazza, spalma sopra della nutella, metti 10 secondi nel microonde.

Bon, ora scrivo la ricetta.